Al Teatro Pirandello la festa dei giovani del mondo

“Da Beirut a Madrid a Palermo, riuniti tutti qui: doveva essere una conferenza stampa e invece sembra davvero una festa, che poi è il significato ultimo del teatro dai tempi dei Greci”. Così l’attore e regista Gaetano Aronica, presidente della Fondazione Teatro “Luigi Pirandello”, questa mattina in un teatro gremito di giovani, di gioia e di entusiasmo. È stato presentato alla stampa, proprio in medias res, tra un corto teatrale ed un altro, il Concorso nazionale “Uno, nessuno e centomila” promosso dal Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con il Distretto Turistico Valle dei Templi, l’associazione Strada degli Scrittori e la Fondazione Teatro “Luigi Pirandello” di Agrigento.

Sono ben ottantaquattro le scuole che hanno aderito all’iniziativa presentando numerosissimi corti teatrali ispirati alle opere del drammaturgo agrigentino. Oltre centotrenta, i ragazzi degli istituti italiani ed esteri giunti ad Agrigento in questi giorni in occasione della cerimonia di premiazione del Concorso, in programma domani giovedì 1 giugno a partire dalle 10, al Teatro Luigi Pirandello, dove i vincitori dei primi tre premi e delle menzioni speciali si esibiranno.
Ancora dunque una giornata di prove generali per i ragazzi che si preparano ad andare in scena grazie alla preziosa collaborazione del regista Marco Savatteri, degli attori della Casa del Musical, del coreografo Gabriel Glorioso e dell’attore romano Giuseppe Orsillo. Ai vincitori sarà consegnato un premio in pietra lavica realizzato dall’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, diretta da Alfredo Prado.

“Quando abbiamo proposto questo concorso – ha affermato Giuseppe Zambito, dell’ Ufficio di diretta collaborazione della Ministra Valeria Fedeli – non ci aspettavamo questa partecipazione. Sorprendente anche la qualità dei lavori presentati. Assistiamo alla bellezza di una scuola che non se ne sta chiusa, ma è dinamica ed aperta al mondo e al teatro”. A fare i saluti di casa il sindaco di Agrigento Lillo Firetto: “Zio Luigi in questo 2017 è davvero felice: è bellissimo vedere questo fermento e questo teatro pieno di giovani europei”.

Serena Bonito della Direzione Generale Promozione Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri ha definito “entusiastica” la partecipazione delle scuole a questa prima edizione del concorso dedicato a Pirandello. Presente anche Renato Corosu della Direzione generale per lo studente,l’integrazione e la partecipazione del Miur. A coordinare le scuole premiate e giunte in città, è l’istituto Foderà di Agrigento, rappresentato dalla dirigente Patrizia Pilato. Per l’occasione il Distretto Turistico Valle dei Templi ha messo a punto un programma di visite turistiche, di intrattenimento e di spettacolo per i ragazzi in visita ad Agrigento.