Intitolazione di un nuovo viadotto al giudice Antonino Saetta

È stato inaugurato oggi il nuovo viadotto “Giulfo”, intitolato alla memoria del Magistrato Antonino Saetta, assassinato dalla mafia il 25 settembre di 29 anni fa lungo la vecchia statale 640 insieme al figlio Stefano, proprio in contrada Giulfo. La nuova opera assumerà quindi il nome di “Giudice Saetta”, al quale è stato dedicato anche un monumento commemorativo realizzato da Anas.

La proposta di intitolazione del viadotto al giudice Saetta è partita dai vertici della magistratura nissena, dall’Associazione Nazionale Magistrati e dal Prefetto di Caltanissetta, ed è stata favorevolmente accolta da Anas, che già il 21 settembre 2016, in occasione del 26° anniversario della morte del giudice Rosario Livatino, aveva promosso una analoga iniziativa dedicando alla memoria dell’altro magistrato il nuovo viadotto già denominato “Gasena”.

All’apertura del nuovo tratto stradale e alla cerimonia di intitolazione del viadotto “Saetta”  hanno preso parte, tra gli altri, i familiari di Antonino e Stefano Saetta, Maria Teresa Cucinotta Prefetto di Caltanissetta, Luigi Bosco Assessore regionale alle infrastrutture, Maria Giovanna Romeo Presidente Vicario della Corte di Appello di Caltanissetta in rappresentanza della Presidente Maria Grazia Vagliasindi, Sergio Lari Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Caltanissetta, Fernando Asaro Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati – Sezione Distrettuale di Caltanissetta, Gioacchino Natoli Capo Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi del Ministero della Giustizia e il Consigliere di Amministrazione di Anas Francesca Moraci.