Marco Damilano

MARCO DAMILANO

Marco Damilano (Roma 1968), dopo la laurea in Storia contemporanea presso la Sapienza Università di Roma e un dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi Roma Tre, inizia la sua carriera giornalistica nel 1995, come redattore del settimanale «Segno Sette», dove è diventato giornalista professionista. Ha collaborato con la rivista «Diario» e con «Sette», il magazine del «Corriere della Sera», prima di essere assunto nel 2001 come cronista politico e parlamentare da «L’Espresso», di cui dal 2015 è stato vicedirettore e dal 2017 è direttore. È stato co-autore del soggetto e della sceneggiatura del film Piovono Mucche, premio Solinas per la scrittura cinematografica nel 1996. Già autore e ospite fisso della trasmissione di Rai3 Gazebo, attualmente partecipa al programma Propaganda Live in onda su La7. Vincitore del Premio internazionale Ischia come giornalista dell’anno per la carta stampata (2015), è autore di numerosi libri tra cui: Il partito di Dio. La nuova galassia dei cattolici italiani (Einaudi, 2006); Democristiani immaginari: tutto quello che c’è da sapere sulla Balena bianca (Vallecchi, 2006); Lost in PD (Sperling & Kupfer, 2009); Eutanasia di un potere. Storia politica d’Italia da Tangentopoli alla Seconda Repubblica (Laterza, 2012); Chi ha sbagliato più forte. Le vittorie, le cadute, i duelli dall’Ulivo al PD (Laterza, 2013); La Repubblica del selfie. Dalla meglio gioventù a Matteo Renzi (Rizzoli, 2015); Processo al nuovo (Laterza, 2017); Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia (Feltrinelli, 2018). Nel 2015 ha curato l’intervista a Romano Prodi, Missione incompiuta. Intervista su politica e democrazia (Laterza).