Parla così la verità

La Compagnia Caso 19 Teatro porta in scena “Parla così la verità”, studio corale da “Così è (se vi pare)” e da “La Signora Frola e il Signor Ponza suo genero” di Luigi Pirandello
con Dario Battaglia, Alessandro Burzotta, Andrea Cannata, Aurora Cimino, Carla Cintolo, Cinzia Coniglione, Corrado Drago, Alice Fusaro, Desirée Giarratana, Marcello Gravina, Ivan Graziano, Virginia La Tella, Anita Martorana, Riccardo Masi, Francesco Torre, Giulia Valentini.
Regia Flavia Giovannelli

Uno spettacolo originale a tratti divertente e grottesco, a tratti amaro e crudele, in cui un coro di condomini di una cittadina di provincia immaginaria, come fosse un branco di bestie ferine, cerca disperatamente di capire quale sia la verità riguardo la vicenda di due signori: la Signora Frola e il Signor Ponza. Si tratta di stabilire chi dei due sia il pazzo, essendo entrambi portatori di una verità inconciliabile con la verità dell’altro. La moglie del Signor Ponza è la figlia della Signora Frola, come asserisce lei? O una seconda moglie che il Signor Ponza ha sposato dopo la morte dellaprima, come asserisce lui? Pirandello ritrae così l’eterna illusione umana, lo spasmodico bisogno di definire una realtà oggettiva in luogo di accettare il mutare continuo delle cose e della realtà stessa, in accordo con la percezione soggettiva di ognuno. L’originalità della messa in scena consiste nella presenza costante di un coro, che fa da interlocutore ai personaggi principali, parlando all’unisono come nella più classica delle tragedie antiche. Le voci di tutti i personaggi si uniscono in una sola voce, la voce di tutti, ed il coro, questo essere umano completo, saggio ed illuso, umano e animale, diventa protagonista assoluto della storia e torna ad essere, oggi come nell’antichità, il fondamento della socialità e del teatro stesso. Lo spettacolo vede un numero di 15/19 attori. La compagnia è composta da neo diplomati all’Accademia del Dramma Antico “Giusto Monaco” di Siracusa (Inda)

Sabato 22 aprile ore 20.30

Teatro Regina Margherita di Caltanissetta