Dopo la cena letteraria di ieri sera, venerdì 19 maggio, che ha allietato i palati dei presenti in una serata davvero speciale tutta dedicata ai romanzi di Andrea Camilleri e alla tradizione gastronomica di “Vigata”, con l’animazione dei ragazzi della Casa del Musical di Marco Savatteri, la programmazione del Festival della Strada degli Scrittori prosegue per tutto il weekend ancora a Porto Empedocle.

Questa sera, sabato 20 maggio, alle 19, l’associazione culturale Sicil Storia inaugura alla Torre Carlo V la mostra “Andrea Camilleri, Vigata e la seconda guerra mondiale”, a cura del giornalista e storico Calogero Conigliaro. Una raccolta di immagini, frutto di una meticolosa ricerca, che documenta i momenti dello sbarco degli Alleati, vissuti attraverso le memorie dello scrittore e riportati nei suoi libri. In occasione dell’inaugurazione, la mostra si animerà per il pubblico, con le performance degli attori della Casa del Musical che faranno rivivere personaggi e fatti di quel periodo.

In serata, alle 21, appuntamento in piazza Kennedy per lo spettacolo di musica e poesia siciliana “Il mare e la Strada degli Scrittori”, ovvero la Sicilia raccontata attraverso la poesia e la musica dei porti con Francesco Maria Martorana e Michelangelo Balistreri del Museo dell’Acciuga di Aspra.

Domenica 21 maggio, la programmazione del Festival della Strada degli Scrittori, prosegue con il Caffè letterario alla Torre Carlo V. L’ospite è Carmelo Sardo, giornalista e vice caporedattore cronache del Tg5, che presenterà, alle 18,30 il suo ultimo libro “Cani senza padrone. La Stidda, storia vera di una guerra di mafia” (Melampo editore) con la conduzione del giornalista Egidio Terrana.

In questi libro Carmelo Sardo racconta le vicende di mafia ad opera della “Stidda”, organizzazione criminale che in Sicilia, tra la seconda metà degli anni Ottanta e gli inizi degli anni Novanta, sferrò un violento attacco a Cosa nostra.