È la Torre che svetta accanto alla facciata della Cattedrale di Agrigento. Fu costruita dal canonico Giovanni Montaperto nel 1470. Al suo interno è possibile visitare il percorso-mostra sulla Lettera del diavolo scritta di pugno dalla Venerabile suor Maria Crocifissa, al secolo Isabella Tomasi, sorella del cardinale San Giuseppe Maria Tomasi. Nata ad Agrigento il 29 maggio 1645, fu ritratta come la venerabile Corbera citata nel “Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Nella torre sono visibili i documenti autentici del processo diocesano per la sua beatificazione.

“Quella che la Beata Corbera aveva scritto al diavolo per convertirlo al bene e la risposta che esprimeva, pare il rammarico di non poterle obbedirle…”